AVVISO


- AVVISO -

Si informano tutti i lettori e in particolare le case editrici e gli autori che il blog è attualmente "chiuso" per tutte le eventuali richieste di segnalazione e recensione.
Vi prego di rispettare tale decisione e quindi evitare mail con queste richieste.
La decisione è stata presa in modo da poter pubblicare tutte le segnalazioni/recensioni già in lista.
Grazie mille a tutti e buona permanenza nel blog. :)

13 feb 2018

Illuminae - Amie Kaufman, Jay Kristoff (The Illuminae Files #1) » Recensione

Buongiorno a tutti e buon martedì miei carissimi lettori ^^
Oggi riesco a portarvi una nuova recensione dal gusto fantasy spaziale.
Molti di voi probabilmente avranno già sentito parlare di Illuminae di Jay Kristoff e Amie Kaufman, no?
Qui vi lascio anche il mio parere a riguardo, ditemi un po' voi se l'avete letto o se vi ho incuriosito almeno un pochi?
➳ Titolo: Illuminae
➳ Serie: The Illuminae Files #1
➳ Autori:  
Jay Kristoff - Amie Kaufman
➳ Editore: Mondadori
➳ Prezzo€22,00 cartaceo €9,99 ebook


➳ Trama
Quel giorno, quando si è svegliata, Kady pensava che rompere con Ezra sarebbe stata la cosa più difficile da affrontare. Poche ore dopo il suo pianeta è stato invaso.
Anno 2575: il cielo di Kerenza, un pianeta poco più grande di un granello di sabbia coperto di ghiaccio e sperduto nell'universo, si oscura all'improvviso. Tra le esplosioni e le urla degli abitanti terrorizzati, una squadra d'assalto delle BeiTech, una potente corporation interstellare, dà inizio all'invasione. Ed Ezra e Kady, che si rivolgono a malapena la parola, sono costretti a cercare insieme una via di fuga.
Alcuni giorni dopo, però, un mortale virus mutante inizia a diffondersi a bordo di una delle navi sulle quali si trovano i due ragazzi e gli altri superstiti. Come se non bastasse, AIDAN, l'intelligenza artificiale che dovrebbe proteggerli, pare essersi trasformato nel nemico. E nessuno dei militari incaricati delle operazioni di salvataggio sembra intenzionato a spiegare ciò che sta accadendo. Quando Kady riesce ad accedere a informazioni strettamente riservate, le è subito chiaro che l'unica persona che può aiutarla è anche l'unica con la quale pensava non avrebbe più avuto nulla a che fare.
Attraverso un corposo dossier riservato composto da resoconti militari, trascrizioni di interrogatori, rapporti medici, intercettazioni, email e tanto altro, Illuminae ci parla, documento dopo documento, del prezzo della verità, di vite spezzate e del grande coraggio di eroi di tutti i giorni.

➳ Recensione


Un libro totalmente inaspettato.
E' stato forse uno dei primi acquisti dell'anno scorso, mi ero lasciata incantare dalla copertina e da ciò che leggevo ogni tanto su internet riguardo il libro ma non mi aspettavo assolutamente di trovare tutto questo.

11 feb 2018

Quattro blog per un autore: Il ragazzo ombra - Laura Costantini

Buona domenica a tutti!^^
Qui fa un bel freddo e quindi dubito oggi tenterò di uscire fuori casa.
Una giornatina tranquilla magari all'insegna di un buon libro, come quello che oggi vi segnalo con la quarta giornata del libro ''Il ragazzo ombra'' di Laura Costantini per la rubrica ''Quattro blog per un autore'' 

➳ Titolo: Il ragazzo ombra
➳ Autrice: Laura Costantini
➳ Editore: Dark Zone
➳ Serie: Diario Vittoriano #1
➳ Prezzo
 €11,04 cartaceo €4,99 ebook


➳ Trama
Robert Stuart Moncliff è un romanziere e un ritrattista affermato. Nell’autunno del 1901 chiuso nel castello di famiglia, su una scogliera scozzese, rilegge il diario degli ultimi vent’anni.
Un’assenza pesa su di lui: la persona più importante della sua vita. Un tredicenne dagli incredibili occhi d’oro apparso come un’ombra, sotto la luna piena nell’aprile del 1881.
Nella lettura Robert rivive la gioia passata, unica cura per superare il giudizio della società vittoriana che ora lo condanna.
Il ragazzo ombra è il primo episodio della serie Diario vittoriano.


“E ADESSO SCRITTORE… CONTINUA TU!”



A) DARE SFOGO ALLA SUA SCRITTURA CREATIVA SCEGLIENDO UNO DEI TRE QUESITI PROPOSTI 

B) DARE ORIGINE A UN RACCONTO BREVE SCEGLIENDO TRA TRE INCIPIT


A) 


 Facciamo un tuffo nel passato. Se potessi parlare con te stesso quando avevi dieci anni, cosa ti diresti? Cosa vorresti rivelare a quel bambino del suo futuro? Scrivi una lettera indirizzata a te quando frequentavi le elementari.



Cara bambina, lo so. Ti vedi goffa, brutta, sei scomoda in quel corpo che non riconosci. Troppo alta, troppo formata, già donna quando tutte le tue compagne di scuola sono bimbette. Sai, piccola mia, oggi, a distanza di quattro decenni, si parla molto di come i maschi dovrebbero approcciarsi alle femmine. A te è toccato scoprire che avere il seno formato a dieci anni significa diventare “preda” molto prima di quanto sia accaduto alle altre. Questa cosa ti fa paura, ti inibisce. Hai una bella testa, sei brava a scuola, la tua fantasia è piena di storie e di colori. Eppure non sei felice e ti sembra che gli sguardi che ti piovono addosso siano sempre e solo di giudizio, di scherno. I peggiori sono quelli che, nella tua ingenuità, identifichi come “famelici”. E tua madre che è sempre lì a dirti di stare composta, di chiudere le gambe, di muoverti come deve fare una brava donnina. Ma tu non sei una donnina, sei una bimba che gioca, e giocherà ancora a lungo, con le bambole e con i pastelli colorati. Mi spiace dirtelo, ma non andrà meglio per molti anni ancora. Ci sarà fatica, ci sarà sconforto, ci saranno delusioni enormi. Il tradimento di quella che credevi la tua amica del cuore, la solitudine che accompagna chi viene identificato come la “secchiona”. Sarai brava, avrai bei voti. Ma ci vorrà tempo perché i tuoi sogni divengano realtà. Ti piace leggere, ti piace scrivere. Continuerà a piacerti giocare con le parole, anche quando la vista calerà, anche quando ti diranno di tirare il naso fuori dalle pagine, di farti una vita. Non dar loro retta, cara la mia piccola. Tu una vita l’avrai e sarà bella, ricca di viaggi, di incontri stimolanti, di amicizie, di soddisfazioni. E tutto questo lo otterrai con le tue parole, quelle che alla tua tenera età già conosci così bene, al punto che i tuoi temi vengono letti nelle altre classi. Sai, gli adulti sono stupidi. Non si rendono conto che portandoti a esempio ai tuoi coetanei ti creano il vuoto intorno. Ma non dovresti dispiacertene più di tanto. Troverai un’amica vera tra qualche anno e le parole fioriranno. Sì, bambina, scriverai libri. Non so dirti se diventerai veramente famosa, ma ci saranno persone, perfetti sconosciuti, che si innamoreranno delle tue parole, considerandole magiche. Ecco, questo devi tenere a mente: hai una magia dentro. E le brutture del mondo non riusciranno a rubartela.

Ti stringo forte.


Le altre giornate riguardanti questo libro:

1° giornata: In compagnia di una penna - La copertina del libro
2° giornata: Leggendo insieme - La vita divertente di un autore
3° giornata: Gli occhi del lupo - Autore vs Personaggio





8 feb 2018

Cosa ci porta il vento #68 Segnalazione: Trame d'assenza - Davide Uria

Buonasera e buon giovedì a tutti voi  passanti nel blog^^
Come procede questa settimana? Ormai abbiamo superato la metà e ci dirigiamo felici verso il fine settimana.. alleluja!

Oggi spero di allietarvi con una nuova segnalazione:





➳ Titolo: Trame d'assenza
➳ Autore:  Davide Uria

➳ Editore: 
Augh! Edizioni
➳ Prezzo €9,90 cartaceo 


➳ Trama
Trame d’assenza di Davide Uria è la narrazione in versi di un perdersi e di un ritrovarsi continuamente. È la storia di ogni lettore che riesce a immedesimarsi emotivamente nei luoghi interiori del poeta, profeta di se stesso e di tutto quello che accade nell’animo umano. Dagli abissi tenebrosi del dolore alla luce salvifica della vita: è il percorso di un riscatto che fa delle parole la propria guida, è lo svelamento dell’inconscio nel mistero sorprendente del pathos.


➳ L'angolo dell'autore

Davide Uria è nato nel 1987 a Trani. Si è laureato in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Bari. Nel 2005 si è classificato al terzo posto nella categoria Giovani del Concorso Nazionale di Poesia “Segni d’appartenenza”. Ha collaborato con l’ufficio stampa del Mart di Rovereto (TN) e come cultore della materia presso l’Accademia di Belle Arti di Bari. Scrive e realizza illustrazioni. Trame d’assenza è la sua prima pubblicazione.

6 feb 2018

Oh scusa dormivi - Jane Birkin » Recensione

Buongiorno a tutti  e buon inizio settimana^^
So bene che la settimana è iniziata ieri, però meglio dimenticarlo come giorno.. per niente leggero e sereno come avrei voluto.

Oggi invece spero di recuperare iniziando con una bella recensione che spero vi faccia conoscere un piccolo testo dalla lettura veloce che potrebbe tenervi compagnia.

➳ Titolo: Oh scusa dormivi
➳ Autrice:  Jane Birkin
➳ Editore: Barbes
➳ Prezzo€4,60 cartaceo 


➳ Trama
Il dialogo fra una donna e un uomo in una notte difficile nella quale lei cerca di capire e affrontare le distanze fra di loro, di avvicinarsi, di rendere possibile un amore che sta soffrendo. Un testo straziante e bellissimo che è diventato anche un film e uno spettacolo di grande successo in Francia.

➳ Recensione

Un piccolo libricino veloce da leggere in quanto si tratta solo di un lungo dialogo tra una donna ed un uomo che, in una notte senza sonno per lei, affrontano i loro problemi di coppia.

Durante questa nottata vengono fuori tutte le paure, le sensazioni e i pensieri dei due, soprattutto della donna. Ciò rappresenta un po' il libero sfogo che molti di noi vorrebbero avere per poter lasciare uscire tutto ciò che da un po' di tempo portiamo dentro.
Un dialogo ai limiti dell'esasperazione che in alcuni versi potrebbe anche risultare poco chiaro se non ci si è immedesimati a dovere nella coppia.

LEI: Bisogna muoversi, mettersi in agitazione, dire no. "No a questo silenzio orribile che mi fa impazzire". "No a piangere tutta la vita nei bagni". "No a essere sempre sola ad aver paura di notte". No a fare finta nelle notti di sesso e poi quando il corpo pesante dell'altro ti schiaccia, scappare in bagno come un adolescente, toccarsi e piangere ancora, per finirla..." (pag. 82)
Una scrittura adatta al genere, un linguaggio colloquiale che ci permette di entrare dentro uno scenario che magari a qualche lettore potrà sembrare vicino alla propria realtà.
Un libro che si legge anche in meno di un'ora, un dialogo a tratti non sempre lineare, quasi come un flusso di coscienza dei due protagonisti che portano a galla sentimenti e pensieri anche se non strettamente e palesemente legati a ciò che è stato detto nelle due battute precedenti.

LUI: Ti è scappato, ma ecco qua! Con me non sei stata solo infelice. Mentre tu dici che abbiamo vissuto nel peccato e nella vergogna, io mi ricordo di te, sconvolgente, con una specie di gioia di vivere, di coraggio. Quel letto per terra, al piano di sopra, quel materasso; mentre tu ora mi fai credere di aver pianto, io mi ricordo come godevamo lì sopra. Tu ti ricordi solo dei momenti di tormento, io no, o non solo. Ora, è un tormento perchè è troppo tardi. Lui è sopravvissuto, rivive. Ha un figlio, lui, rinasce, ed è questo che non sopporti. Il tuo posto è preso. (pag. 73)

E' qui un po' tutto quello che magari alle volte abbiamo pensato di voler dire, quei sassolini nella scarpa che vorremmo toglierci anche magari esagerando un po' per portare la ragione dalla nostra.
Perchè in fondo è spesso quello che ci frega, il fatto che discutiamo solo per affermare la nostra ragione, nonostante capiti che neanche noi siamo convinti di ciò che esce dalla nostra bocca.



Voto: 3,5 frecce su 5
 Un dialogo dagli aspetti reale che intrattiene per un'oretta.

31 gen 2018

Cosa ci porta il vento #67 Segnalazione: Maison Rouge - Pasquale Capraro

Buonasera a tutti^^
Com'è andato questo mercoledì? Siamo ormai a metà settimana, possiamo quasi iniziare a caricare il sospiro di sollievo ahaha.

Stasera spero di alleggerirvi un po' da tutte le possibili preoccupazioni con questa nuova segnalazione dal sapore un po' bohémien.






➳ Titolo: Maison Rouge
➳ Autore:  Pasquale Capraro

➳ Editore: Astro Edizioni

➳ Collana: E-sordisco
➳ Prezzo
 €1,99 ebook  



➳ Trama
Nella Parigi di fine Ottocento, in pieno clima bohémien, Amélie, una ragazza di campagna, giunge in città dopo essere stata notata da Madame Claire, durante una permanenza in Provenza.

Colpita dalla sua avvenenza, la donna le propone di trasferirsi a Parigi come domestica. Lì la giovane scopre che la signora è anche tenutaria della “Maison Rouge”, un bordello di lusso. Nel giorno del suo diciottesimo compleanno, la maîtresse Madame Claire la introduce nella maison e la fanciulla conosce Gilbert, un affascinante borghese. Tra i due nasce l’amore, ma le convenzioni sociali del tempo e la differenza di ceto impediscono agli innamorati di vivere la loro storia. Il destino da cortigiana di Amélie l’attende…


28 gen 2018

Quattro blog per un autore: Versus - Lucia Guglielminetti

Bonne dimanche a tous! Si dice così? Onestamente non ho neanche controllato il traduttore.. ormai io e il francese ci stiamo allontanando :(

Tralasciando le mie disavventure con il francese, com'è andata la vostra settimana? Ho deciso di aiutarvi a concluderla al meglio anche con questa quarta giornata dedicata al libro "Versus" di Lucia Guglielminetti per la rubrica "Quattro blog per un autore". 



➳ Titolo: Versus

➳ Autrice: Lucia Guglielminetti
➳ Editore: Dark Zone
➳ Prezzo €14,90 cartaceo 

➳ Trama
Beatrice è una sedicenne grassoccia e apparentemente mediocre. Frequenta il liceo linguistico della sua città, non è amata dai compagni e proviene da una famiglia del tutto insignificante, con una madre scialba e un padre distratto.
L’unica luce, nella sua vita, è l’amore per i Rip n’Tear, un gruppo metal americano, e soprattutto per il frontman, Johnny Lee Kerr, che rappresenta tutto quello che Beatrice vorrebbe essere. Ma che succede quando Bea riesce a trovarsi faccia a faccia con il suo idolo e scopre che non è quell’essere senza macchia che si è sempre immaginata? Dopo aver sviluppato facoltà paranormali che non avrebbe mai pensato di possedere, Bea è pronta per la sua vendetta, dando inizio a un duello senza esclusione di colpi con Johnny, da cui l’unica via di fuga è la morte.


“E ADESSO SCRITTORE… CONTINUA TU!”



A) DARE SFOGO ALLA SUA SCRITTURA CREATIVA SCEGLIENDO UNO DEI TRE QUESITI PROPOSTI 

B) DARE ORIGINE A UN RACCONTO BREVE SCEGLIENDO TRA TRE INCIPIT


A) 


 Avrai sicuramente delle caratteristiche particolari che fanno di te una persona diversa dalle altre. Dai vita a un personaggio di sesso opposto al tuo con queste tue peculiarità. Descrivilo sia fisicamente che caratterialmente e raccontaci in quale ambientazione lo inseriresti se dovessi creare una storia per lui/lei.



Ehilà, sono Lucio, e già il mio nome non mi piace un granché. Se si aggiunge che sono alto come un barattolo e non particolarmente muscoloso e forzuto, capirete che dal punto di vista fisico non è che faccio faville. Però mi dicono che ho dei begli occhi. Mi sa che devo farmela bastare. Cosa? Potrei andare in palestra e migliorare la mia forma fisica? Naaaa… Non sono grasso. In fondo mi piaccio così e sono davvero troppo pigro per spaccarmi le ossa su un tapis roulant o sollevando pesi. Meglio un bel film, o una serie TV, o un bel libro… Fa molto nerd, dite? Pazienza, pare che il nerd vada forte tra le ragazze. E smettetela di dare inutili suggerimenti, lo sapete che sono permaloso! Non mi piace che mi si dica cosa fare, decido io come occupare il mio tempo libero, cazzarola! Parolacce? Quali parolacce, quella non era una parolaccia. Va bene, ogni tanto me ne scappa qualcuna, ma siamo in convento, forse? Come siete noiosi…

In che storia potrei trovarmi? Basta che non ci sia troppo da correre, ve l’ho detto che sono un po’ pigro? Vediamo… una bella ghost story all’inglese. Mi piacciono gli edifici vittoriani bui e tenebrosi. Magari morirei d’infarto alla terza pagina e addio, però sì, mi ci vedrei bene. Non so se riuscirei a risolvere il mistero. Potrei fare da comprimario a qualcuno molto più logico di me. Un dottor Watson per uno Sherlock pestifero come quello interpretato da Cumberbatch nella serie TV, tipo. Io sarei quello che fa battute e sdrammatizza ogni situazione. Perché sono fatto così. Penso che non può piovere per sempre, e anche se in certi momenti mi faccio prendere dallo sconforto, confido nella fiamma che arde sempre dentro di me, soprattutto da quando ho cominciato a scrivere, e so che prima o poi le cose andranno meglio. Non è una qualità importante, per un comprimario? Sì, non aspiro alla leadership. Troppo faticoso. Ma il mio contributo riesco a darlo lo stesso e a volte è determinante. Chi mi conosce sa che può sempre contare su di me e che la mia lealtà è assoluta. Attaccabrighe, sì, pigro, sì, ma ci sono io là dietro. E quando il mio Sherlock sarà stanco saprà di potersi riposare tranquillo, perché io gli guarderò le spalle fino alla fine.

Le altre giornate riguardanti questo libro:

1° giornata: In compagnia di una penna - La copertina del libro
2° giornata: Leggendo insieme - La vita divertente di un autore
3° giornata: Gli occhi del lupo - Autore vs Personaggio






27 gen 2018

Gli occhi del lupo - Federica Amalfitano » Recensione

Buongiorno a tutti ^^
Questo Gennaio non finirà mai.. siamo quasi alla fine ma l'ho sentito tutto.
A voi come sta andando questo primo mese di anno nuovo? Ha portato novità?

Oggi finalmente riesco a portarvi una nuova recensione, per la mia gioia e quella dell'autrice che mi ha affidato una copia del suo libro l'anno scorso.. già.

➳ Titolo: Gli occhi del lupo
➳ Autrice:  Federica Amalfitano
➳ Editore: Aletti Editore
➳ GenereYoung adult, urban fantasy
➳ Prezzo€11,90 cartaceo €4,99 ebook


➳ Trama
La vita a Florence è sempre stata monotona e priva di qualsiasi attrattiva finché, un giorno, il bosco che caratterizza la città si popola di un branco di lupi. Ellen Smith, timida ragazza diciassettenne, si troverà catapultata in un mondo che mai avrebbe potuto pensare esistesse davvero: quello dei licantropi. E quel ragazzo misterioso arrivato a scuola improvvisamente chi è in realtà? Le storie dei due giovani si incroceranno molto presto e, il legame protettivo che li unirà, si intensificherà giorno dopo giorno.
Il capo Alpha del clan, i Wolfers (Gran Consiglio dei licantropi) e i Verdana, faranno di tutto per distruggere il loro rapporto di amicizia.

Riusciranno i ragazzi a restare uniti nonostante le avversità?

➳ Recensione



Una storia leggera che vi accompagnerà per qualche giorno.
Una lettura abbastanza scorrevole e piacevole che si adatta soprattutto ai giovani lettori e a coloro che per la prima volta si voglio avvicinare ai generi come urban fantasy e young adult.

Ellen, la protagonista, è una ragazza molto semplice che vive una vita all'altezza della semplicità della sua persona... o almeno fino a che questa ''monotonia'' non viene sconvolta da lui, Taylor. Un ragazzo molto schivo e all'apparenza pure parecchio scontroso.
Conoscendolo si rivelerà al lettore sorprendendolo per i suoi gesti.

Parlando di personaggi ho notato ci fossero molte più descrizioni di Taylor rispetto a quelle riservate ad Ellen. E' anche normale che comunque questa storia sia prevalentemente incentrata nella figura di Taylor però sarebbe stato forse un po' più interessante conoscere un minimo di più anche Ellen.
Avrei dato poco poco spazio in più anche a Maggie che mi è sembrata un personaggio particolare e interessante da quel poco che si è visto.

Nonostante ciò la storia nella sua leggerezza è narrata senza troppi orpelli, facile da leggere e da seguire. Mai troppe descrizioni che a volte risultano noiose e ostiche alla lettura.
Una scrittura abbastanza facile che permette a varie fasce d'età di approcciarsi ad una lettura piacevole che tiene compagnia e che lascia un bel retrogusto.
La storia sui licantropi e quella del rapporto tra Ellen e Taylor è equilibrata. E' un perfetto mix tra fantasy e young adult, senza dare troppo peso all'una o all'altra evitando sbilanciamenti.

Un altro punto a favore è stato l'inizio della storia. Niente prologo lungo capitoli e capitoli dove viene spiegata la storia ancor prima che succeda qualcosa.
E' giusto conoscere la vita dei personaggi attraverso le loro azioni, i loro incontri, in modo che sia anche più facile calarli nel contesto ambientale.

E poi la fine...
Mi aspettavo un finale diverso, ma perchè io sono una romanticona di natura. Questo no, non implica che il finale sia tragico. Non è uno spoiler.
Però da un lato comprendo che la fine sia giusta così, per questa storia.

Ricapitoliamo.
Una storia senza troppe pretese che si presta ad una lettura leggera che tiene compagnia anche vista la quantità del contenuto che non la rende pesante.
Una scrittura adatta a varie fasce d'età, dai giovani a coloro che, anche più avanti con l'età, nutrono la passione per i fantasy (anche "classici" come le storie sui licantropi che da sempre appassionano).
Qualche piccolo spazio in più lasciato ad Ellen e a Maggie sarebbe avrebbe reso il tutto forse più completo.


Voto: 3.5/4 frecce su 5




21 gen 2018

Quattro blog per un autore: The Phoenix - Rebecca Fox

Buongiorno e buona domenica a tutti i miei amati lettori ^^
Come state? Oggi giornata di relax o anche oggi tra i vari impegni non riuscite a rilassarvi?
Spero troviate un bel momento per voi, un momento di calma.

Oggi, come ogni domenica, vi porto una nuova "puntata" di Quattro blog per un autore. Qui abbiamo il libro di Rebecca Fox: The Phoenix - Fuoco


➳ Titolo: The Phoenix - Fuoco
➳ Autrice: Rebecca Fox

➳ Editore: La Ruota Edizioni
➳ Prezzo €10,20 cartaceo €6,00 ebook

➳ Trama
È possibile sottrarsi al proprio destino? È questo che Ren si domanda mentre lotta disperatamente per salvare il fratello minore Shin dalla malattia che lo divora a poco a poco. Si troverà di fronte ad un bivio: risvegliare la magia sigillata nel fratello, facendo riemergere in lui i ricordi di un orrendo passato, oppure sacrificare se stesso per curarlo, lasciandosi divorare, però, dalla magia delle Tenebre. Ma il potere della Luce, così ardente in Ren, e così da lui odiato, attirerà attorno al ragazzo i leggendari Cavalieri della Luce ed il loro Signore, Antares, dando vita ad un vortice di eventi che intreccerà indissolubilmente le vite dei due fratelli al Regno della Magia. 
Destino o libero arbitrio? Luce o Tenebre? A Ren la scelta...


“E ADESSO SCRITTORE… CONTINUA TU!”


A) DARE SFOGO ALLA SUA SCRITTURA CREATIVA SCEGLIENDO UNO DEI TRE QUESITI PROPOSTI 

B) DARE ORIGINE A UN RACCONTO BREVE SCEGLIENDO TRA TRE INCIPIT


A) 

 Avrai sicuramente delle caratteristiche particolari che fanno di te una persona diversa dalle altre. Dai vita a un personaggio di sesso opposto al tuo con queste tue peculiarità. Descrivilo sia fisicamente che caratterialmente e raccontaci in quale ambientazione lo inseriresti se dovessi creare una storia per lui/lei.


Il mio opposto al maschile, si salvi chi può. Chiamiamolo Sigfrid, mi piace questo nome, leggermente tenebroso e ricercato. Fisicamente sarebbe alto e robusto, con due spalle immense, fisico sportivo ma senza esagerare. Insomma una persona che ha fatto sport a livello agonistico e che fortunatamente non deve andare tutti i giorni in palestra per mantenersi in forma. Capelli biondo cenere, leggermente mossi e spettinati, occhi azzurri e grandi, occhi da lupo come la sottoscritta, profondi e intensi che scrutano le persone e che sono in grado di leggerti dentro, dai quali non puoi in nessun modo sfuggire. Zigomi non troppo pronunciati, mento ben delineato. Sa di certo cosa vuole dalla vita e mangia ogni singolo minuto di ogni singola giornata, quasi con rabbia travolgendo con la sua determinazione i problemi che gli si pongono di fronte. Costruisce il suo futuro e combatte per la realizzazione dei suoi sogni. Ama follemente la sua fidanzata e la trascina nel suo vortice di positività con dolcezza e ardore. Odia i prepotenti, i violenti e le persone che non conoscono la modestia. Prende fuoco in un attimo se si trova di fronte a un’ingiustizia e non rimane mai in disparte se può aiutare qualcuno in ogni circostanza. La sua determinazione è così forte che rischia a volte di rimanerne accecato, perdendo magari di vista quello che gli accade intorno; accetta i consigli, ma solo se sono suggerimenti e non imposizioni e magari se sono accompagnati da una tazza di tè bollente e da una torta al cioccolato. Lo vedrei benissimo protagonista di un urban fantasy ambientato in un campus universitario, bello, determinato e temerario quanto basta per convincervi a comprare il libro! Forte, potrei farci un pensierino, non credete?



Le altre giornate riguardanti questo libro:

1° giornata: In compagnia di una penna - La copertina del libro
2° giornata: Leggendo insieme - La vita divertente di un autore
3° giornata: Gli occhi del lupo - Autore vs Personaggio







LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...